Mostra Napoleone III a Brescia e a Solferino. La vittoria celebrata

Mostra:   Napoleone III a Brescia e a Solferino. La Vittoria celebrata
Brescia, Santa Giulia Museo della città
20 giugno - 20 settembre 2009
prorogata fino al 4 ottobre 2009

Nel 150° della celeberrima battaglia di Solferino e San Martino, che segnò un momento fondamentale del Risorgimento italiano, il Comune di Brescia – Musei civici d’Arte e Storia intendono ricordare l’evento con una mostra dedicata, in particolare, alla presenza di Napoleone III a Brescia e ai significati celebrativi assunti dalla vittoria franco piemontese nella pittura francese.
Aperta dal 19 giugno nel complesso di Santa Giulia, la mostra Napoleone III a Brescia e a Solferino. La vittoria celebrata 1859 – 2009, è stata allestita grazie alla generosa collaborazione di alcuni importanti musei francesi, come il Louvre, i castelli di Versailles e di Compiègne e il Musée des Beaux-Arts di Caen.
Il percorso evoca, attraverso le tele di Angelo Inganni e di Luigi Campini, il passaggio dell’esercito francese a Brescia e il rapporto instauratosi tra Napoleone III e la città stessa, testimoniato dallo scambio di doni intercorso tra il 1859 e il 1860. La Municipalità realizzò e inviò a Parigi, secondo l’esplicito desiderio di Napoleone stesso, una copia in gesso della statua in bronzo della Vittoria alata; a sua volta, l’Imperatore espresse la propria riconoscenza donando alla Città due splendidi vasi realizzati nelle manifatture di Sévres, sui quali fece dipingere il proprio ritratto e quello della consorte.
Di seguito ai ritratti dei Marescialli di Francia della “Campagne d’Italie”, destinati per espressa volontà dell’Imperatore ad adornare il castello di Versailles, la mostra presenta una selezione di opere dedicate alla battaglia di Solferino, per la maggior parte esposte per la prima volta in Italia. Tra queste si segnalano il grande dipinto di Jean-Adolphe Beaucé, raffigurante il Generale Niel sul campo di Medole (collezione privata) commissionato dallo stesso Napoleone III, così come la versione preparatoria della grande tela elaborata da Adolphe Yvon per la Galleria delle Battaglie di Versailles. Dal castello di Compiègne proviene quindi la tavola con Napoleone III a Solferino dipinta da Ernest Meissonier, da considerare il più celebre capolavoro dedicato alla battaglia stessa.
Un’intera sezione è quindi dedicata al grandioso Panorama della battaglia di Solferino allestito dal pittore e fotografo Jean Charles Langlois a Parigi: il singolare tema, poco conosciuto in Italia, è affrontato grazie ai modelli pittorici e alle fotografie originali provenienti dai musei di Caen e di Beaumont-en-Auge.
Un altro motivo di interesse è costituto dalla selezione di rarissime fotografie scattate nel 1859 o, subito dopo: tra gli esemplari, presentati per la prima volta al pubblico in questa occasione, spiccano un’eccezionale veduta del Il ponte di barche in costruzione da parte degli Zuavi sul Ticino di Luigi Sacchi e il grande paesaggio di Solferino ripreso da Leon Méhédin, il celebre fotografo al seguito di Napoleone III in Italia nel 1859, proveniente dagli appartamenti reali di Palazzo Pitti a Firenze.

Tutti gli eventi per data - Tutti gli eventi per argomento