Inca, origine e misteri delle civiltà dell'oro

BRESCIA - MUSEO DI SANTA GIULIA

 

4 dicembre 2009 - 27 giugno 2010

 

INCA

ORIGINE E MISTERI DELLE CIVILTÀ DELL’ORO

 

 

Un grande evento. 200 opere, provenienti dai maggiori musei del Perù, per ripercorrere l’intera storia delle Civiltà dell’Oro.

Il prossimo inverno Brescia diventerà una delle capitali mondiali dell’archeologia.

Al Museo di Santa Giulia è in programma, infatti, dal 4 dicembre 2009 al 27 giugno 2010, la mostra INCA. Origine e misteri delle Civiltà dell’Oro.

L’esposizione, promossa dal Comune di Brescia, da Artematica, dalla Regione Lombardia, dalla Fondazione Brescia Musei, col patrocinio della Presidenza della Repubblica, del Ministero per i Beni e le Attività Culturali, del Ministero dell’Istruzione e della Ricerca Scientifica, dell’Ambasciata del Perú, della Fondazione Civiltà Bresciana, della Fondazione CAB, presenterà 200 opere, tutte provenienti dai maggiori musei peruviani, quali il Museo Oro del Perú, il Museo Nacional Sicán, il Museo Nacional de Arqueología, Antropología e Historia del Perú, e altri ancora in grado di ripercorrere l’intera storia delle Civiltà dell’Oro.

L’iniziativa è organizzata in stretta collaborazione col governo peruviano, che ha concesso, per questo appuntamento, tesori finora mai esposti al di fuori dei confini nazionali, e gode del sostegno delle istituzioni politiche peruviane sul territorio italiano.

Il progetto è curato da Paloma Carcedo Muro de Mufarech, studiosa esperta d’arte precolombiana della Pontificia Universidad Católica del Perú di Lima, coadiuvata da un comitato scientifico composto da Walter Alva Alva, direttore del Museo Tumbas Reales de Sipán di Lambayeque, Antonio Aimi, professore di Letterature Ispanoamericane all’Università degli Studi di Milano, Andrés Alvarez Calderón Larco, direttore del Museo Larco di Lima, Carmen Arellano Hoffmann, direttore del Museo Nacional de Arqueología, Antropología e Historia del Perù, Claudio Cavatrunci, archeologo e Responsabile sezione “America”, Museo Nazionale Preistorico ed Etnografico “L.Pigorini” di Roma, Carlos G. Elera Arévalo, direttore del Museo Nacional Sicán di Lambayeque, Heidi King, ricercatrice al Metropolitan Museum of Art di New York, Francesca Morandini, conservatrice e archeologa dei Civici Musei di Arte e Storia di Brescia, Victoria Mujica Diez-Canseco, direttrice del Museo Oro del Perú di Lima, Giuseppe Orefici, direttore Centro Studi e Ricerche Archeologiche Precolombiane di Brescia, Fernando Rosas Moscoso, docente Universidad Ricardo Palma e Pontificia Universidad Católica del Perú, Carlos Wester La Torre, direttore Museo Arqueológico Nacional Brüning di Lambayeque.

Il percorso espositivo, articolato in sei sezioni - La Linea del Tempo, Le Tecniche di trasformazione del metallo, La Cosmovisione, I Costumi, I Rituali, Il Mondo Ultraterreno -, si articola lungo l’intera storia delle Civiltà dell’Oro, attraverso lo studio delle culture precolombiane meno note, sviluppatesi nel Perù dell’entroterra e costiero, a partire dall’VIII secolo a.C.

Un viaggio attraverso gli aspetti inconsueti e meno conosciuti di questi popoli, con la ricostruzione dell’ambiente e del contesto socio-culturale originario.

In mostra s’incontreranno le sagome dei sacerdoti con le vesti tipiche e verranno ricostruiti i rituali religiosi con le maschere funebri e una mummia, concessa in prestito in via del tutto eccezionale.

Grazie alla maestosità e alla qualità tecnica dell’antica oreficeria precolombiana delle Ande centrali, il pubblico avrà un’occasione unica per scoprire come la spiritualità di un popolo, le sue credenze e i suoi riti, le tradizioni della vita terrena e ultraterrena, il suo modo di rappresentare il potere politico e religioso e soprattutto la sua unione con gli spiriti dell’aldilà dopo la morte, si siano forgiate attraverso il metallo.

 

Tutti gli eventi per data - Tutti gli eventi per argomento