Banche e infrastrutture, da Ottorino Villa (1865 -1934) al ruolo del project financing

19 febbraio 2009
inizio ore 15,45 - Tavola rotonda ore 18
Brescia - auditorium di Santa Giulia - via Piamarta, 4

La Fondazione CAB ha inteso organizzare questo Convegno per richiamare l'attenzione dei protagonisti della vita civile, economica e culturale di Brescia sul tema delle infrastrutture. In particolare, riprendendo il filo di iniziative già varate in passato dalla Fondazione, si intende partire dalla figura di Ottorino Villa, imprenditore e presidente del CAB negli anni Venti e Trenta del Novecento, come spunto per analizzare il ruolo delle banche nella realizzazione degli investimenti in infrastrutture.

Nel nostro Paese i perduranti squilibri della finanza pubblica, unitamente all'elevato livello dell'indebitamento e ai vincoli di bilancio imposti dalla UE, penalizzano la dotazione dei fondi che lo Stato e gli enti locali sono in grado di destinare al finanziamento di dette iniziative.

La variabile finanziaria non può né deve imporre vincoli insormontabili alla realizzazione di opere che la società e l'economia attendono da troppi anni, con le note conseguenze in termini di esternalità negative, costi sociali, oneri impropri e penalizzazione della efficacia competitiva delle imprese. Ciò è tanto più necessario nell'attuale situazione di crisi che richiede interventi di supporto agli investimenti in grado di innalzare il livello di produttività del sistema. Esigenza che si impone anche per l'economia di Brescia e della sua provincia, sinora penalizzata da importanti carenze infrastrutturali .

A fronte della inadeguatezza delle risorse pubbliche, si rafforza il ruolo e l'importanza che vanno assumendo le risorse provenienti dal mercato dei capitali e dall' intermediazione bancaria. In questo contesto, il project financing si sta rivelando la scelta di finanza strutturata maggiormente idonea a supportare la realizzazione di importanti investimenti infrastrutturali.

Il Convegno della Fondazione, partendo dalla figura di Ottorino Villa, affronta quindi il tema del ruolo delle banche nel finanziamento delle infrastrutture con particolare riferimento al project financing e si articola in due parti.

Nella prima, presieduta da Antonio Porteri della Facoltà di Economia dell'Università degli Studi di Brescia, viene presentata la figura di Ottorino Villa e vengono affrontati i principali aspetti metodo logici relativi al project financing e al finanziamento delle infrastrutture. Sono previste tre relazioni: la prima di taglio storico sulla figura di Villa, tenuta da Carlo Marco Belfanti e Sergio Onger (Facoltà di Economia dell'Università degli Studi di Brescia); la seconda di carattere finanziario sul ruolo delle banche nel project financing affidata a Giancarlo Forestieri (Dipartimento di Finanza, Università "Luigi Bocconi" di Milano); la terza di carattere giuridico sugli aspetti legali del project financing svolta da Mario Notari (Facoltà di Economia dell'Università degli Studi di Brescia).

La seconda parte del Convegno si svolge sotto forma di tavola rotonda sul tema "Banche e infrastrutture: attualità e prospettive" ed è coordinata dal giornalista RAI Riccardo Venchiarutti con la partecipazione di Corrado Faissola (Presidente Abi), Franco Bettoni (Presidente della Camera di commercio di Brescia), Tancredi Bianchi (Professore emerito dell' Università "Luigi Bocconi" di Milano) e Giovanni Gorno Tempini (Direttore generale Mittel SpA).

Tenuto conto dell'interesse suscitato dal tema si prevede che questa seconda parte risulterà di particolare interesse per i rappresentanti delle istituzioni, delle imprese e del mondo finanziario, i quali sono chiamati a uno sforzo di sistema per il rilancio dell' economia bresciana.

 leggi la ricerca storica "Agricoltura e banca nell'opera di Ottorino Villa (1865 - 1934)", a cura di: Carlo Marco Belfanti, Sergio Onger ed Ivan Paris

Tutti gli eventi per data - Tutti gli eventi per argomento